...dal 1949 sulle ali del vento
   

News

17-11-2015 - Terza giornata del Campionato Invernale Altura e Monotipi Anzio-Nettuno

Dopo aver osservato un minuto di silenzio per le vittime degli attentati di Parigi, il CdR presieduto da Mario de Grenet dava inizio alle procedure di partenza in una giornata dal clima primaverile, mare calmo ed  un vento da NW di 7 nodi di intensità che è andato poi rinforzando fino a 10 nodi.

Nella flotta Altura bella regata di 7,8 miglia, in cui Prydwen, Half Ton di Davide Castiglia con al timone un ispirato Pino Stllitano vince nettamente, portandosi al comando in classifica generale sia IRC che ORC dopo 4 prove. Al secondo e terzo posto altri due Half Ton, Stern-Pragma Multimedia di Morasca/Orestano/Sorge terzo in generale IRC e ORC,  e Loucura di Fabrizio Gagliardi quarto in classifica generale, mentre scivola al quarto posto di giornata Blu Tango Blu il First 40.7 di Roberto Rosa che occupa  la seconda posizione in generale.

In Classe Crociera vince Jean Jack the Dreamer il Bavaria 36 di Giovanni Maglionico, seguito da Villamar Oceanis 43 di Riccardo Paschina e Marlin Blu il First 31.7 di Franco Cesarini. In classifica generale mantiene il comando Marlin Blu, seguito da Dama Bru il First 47.7 di Antonio Burlina e da Villamar.
In Classe Half Ton Prydwen pecede Stern-Pragma Multimedia e Loucura.

Ben tre le prove svolte dalla flotta J24. La Superba condotta da Ignazio Bonanno si riporta al comando della classifica generale con due primi posti di giornata. Dietro al blasonato equipaggio della Marina Militare grande agonismo tra Pelle Nera di Paolo Cecamore con il fuoriclasse ungherese Farkas Litkey al timone ed il forte equipaggio del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre condotto da Fabio Delicati, questi due equipaggi occupano il secondo e terzo posto della classifica generale a pari punti.

Finalmente di nuovo in acqua la flotta Platu 25 che ha svolto quattro prove nelle due giornate di sabato e domenica, al comando Marco Belcastro con quattro piazzamenti regeolari, al secondo posto Alberto Cappiello con Astragalo, al terzo Alessandro Fiordiponti al comando di Nanù.