Stampa

Bella giornata di sole e mare poco mosso per il 43° Campionato Invernale Anzio-Nettuno.

Il vento ha soffiato generoso tra i 10 e 15 nodi di intensità da NW permettendo lo svolgimento di una prova per l’Altura e due per le flotte J-24 e Platu 25.

Impeccabile il campo di regata posizionato dal CdR presieduto da Mario de Grenet coadiuvato da Giovanni Colucci.

Nella flotta Altura in IRC 1 e ORC overall “Esprit 2” l’X-412 di Pierfrancesco Nardis vince il duello a distanza con “Calipso” il First 40 di Andrea Orestano e rafforza il suo vantaggio in IRC e ORC Overall dopo 8 prove ed uno scarto.
In IRC 2 bella regata di Prydwen l’Half Ton di Davide Castiglia che vince anche in IRC Overall e si porta al comando della seconda manche nel suo raggruppamento.

Due giornate di regate per la flotta Platu-25 e J24, quest’ultima effettuava un recupero il sabato.

Tra i Platu25 dopo 13 prove e tre scarti si porta al comando “ Nannarella” di De Martinis/Terra/Sanfrancesco seguito da “Cumadè” di Marco Belcastro ,al terzo posto“ Astragalo” di Alberto Cappiello .

Nella flotta J24, dopo 11 prove e due scarti, è sempre al comando “Pelle Nera” di Paolo Cecamore con al timone il fuoriclasse ungherese Farkas Litkey, seguito da “Nuvola” del Centro Sportivo Agonistico della Marina Militare con al timone Ignazio Bonanno, al terzo posto “Pelle Rossa” di Gianni Riccobono.

Nel dopo regata, il piacevole pasta party sulla terrazza del Circolo della Vela di Roma ha allietato tutti i regatanti.

20180211 Esprit2